Facebook Twitter
Le rubriche

I film e gli spettacoli

Ritratto di regina
Particolarmente interessante per chi ama la fotografia ma anche per chi vuole conoscere di più quella che è stata certamente una delle donne più importanti dello scorso e di questo secolo, “Ritratto di regina” ci racconta Elisabetta II attraverso il ricordo dei fotografi che nel corso degli anni hanno avuto l'incarico di fotografarla, creando in parte quell'immagine che tutti abbiamo di lei e che ci è rimasta nella memoria. Attraverso i ritratti di alcuni fra i più celebri fotografi di fama mondiale, e il loro racconto, a poco a poco assistiamo alla creazione di un'icona e scopriamo piccoli, ma d'importanti tratti della sua personalità.
Su uno sfondo nero che fa ancor più risaltare i volti dei fotografi, scopriamo così le emozioni che hanno accompagnato non solo i momenti più importanti di Elisabetta ma anche di coloro che questi momenti hanno resi eterni. Con il filo conduttore dell’attore Charles Dance, oltre a quelli di Emma Blau (fotografa e comproprietaria dell’Agenzia fotografica Camera Press), Pierpaolo Piccioli (uno degli stilisti e direttori creativi più importanti al mondo), Isabella Rossellini e Susan Sarandon (che ha incontrato personalmente la Regina e che regala agli spettatori una riflessione più privata e intima sul ruolo, gli obblighi e le complessità di un regnante).
“Ritratto di regina”, prodotto da Nexo Digital con Rai Cinema, sarà nelle sale italiane solo dal 21 al 23 novembre.

Le buone stelle – Broker
Arriva dalla Corea del Sud un film tenero, delicato, di quelli che, senza nessuna retorica, fanno pensare che in fondo a ognuno di noi ci può essere un lato positivo.
In un momento di disperazione una giovanissima ex prostituta abbandona il figlio neonato davanti a una baby box (quella che un tempo era nota anche in Italia come la “ruota degli esposti”), con un semplice biglietto: tornerò a riprenderti. Il piccolo viene però visto da un sarto che cerca di barcamenarsi contro la malavita locale e decide di prendere il piccolo con l'intento di riuscire a venderlo e ricavarne il denaro che gli serve per estinguere un debito. Quando sta per partire con un amico che, a sua volta, era stato abbandonato da neonato, per incontrarsi con i nuovi genitori che ha trovato e a cui vendere il bambino, viene però raggiunto della giovane madre che decide di unirsi ai due. Inizia così un viaggio improbabile per tutta la Corea, alla ricerca dei genitori migliori per il bambino.
I tre sono però seguiti da due giovani poliziotte che vorrebbero incastrare l'uomo con l'accusa per l'appunto di brokeraggio, vale a dire di vendita dei bambini, ma a poco a poco il rapporto tra tutti i protagonisti diventa sempre più profondo fino per trasformarli, senza che nessuno di loro lo voglia, in una sorta di gruppo familiare il cui unico scopo sembra essere quello del benessere del piccolo. Sullo sfondo anche l'indagine su un misterioso delitto che non fa che dare ancora più senso a questo viaggio.
Con la regia del giapponese Kore-eda Hirokazu e un cast di attori interamente coreani, distribuito da Lucky Red e Koch Media, Le Buone Stelle arriverà nelle sale italiane il 13 ottobre.

Ticket to Paradise
Onestamente, non si può certo parlare di un capolavoro della cinematografia mondiale, ma comunque si esce dalla visione di Ticket to Paradise col sorriso sulle labbra, e di questi tempi non è poco. E non solo per i fantastici paesaggi dei luoghi in cui il film è stato girato, ma anche per la verve e l'allegria che ci trasmettono i due protagonisti George Clooney e Julia Roberts, in una perfetta sintonia che si intuisce immediatamente.
La loro figlia Lily (Kaitlyn Dever), come premio per la laurea brillantemente conseguita in legge e per cui il futuro è già delineato con il lavoro presso un importante studio legale americano, ha ottenuto di fare una vacanza con l’amica del cuore (una spumeggiante Billie Lourd) in una meravigliosa isola balinese. Il destino però è in agguato e lì conosce Gede (Maxime Bouttier), un giovane raccoglitore di alghe, semplice e sincero. Tra i due scoppia subito, ovviamente, il grande amore, tanto che Lily decide di abbandonare tutto il suo brillante futuro per sposarsi e rimanere sull’isola. I due genitori, per una volta concordi, decidono di recarsi dalla figlia per dissuaderla del matrimonio. Saranno però l'incanto della vita semplice, il fascino dell'isola, l'incontrare la serenità che circonda tutta la famiglia di lui, il fatto è che a poco a poco le punte si smussano e i due si rendono conto che, ciò che conta, è la felicità della figlia, ma non solo…
Con la regia di Ol Parker, distribuito da Universal Pictures, Ticket to Paradise sarà nelle sale italiane a partire dal 6 ottobre.