Facebook Twitter
Le rubriche

Le mostre

Y Kimono Now
Filatoio di Caraglio – Via Giacomo Matteotti, Caraglio (CN)
Fino al 5 novembre 2017

Attraverso oltre 100 kimono originali, la mostra propone un viaggio nel mondo, nella cultura e nell’estetica del Sol Levante, ancora oggi fonte di suggestioni per arte, grafica, design e moda.
Nel percorso di mostra – progetto di Consolata Pralormo curatela di Nancy Stetson Martin con Fabiola Palmeri – emergono la vita, le tradizioni, le feste e i paesaggi giapponesi grazie ai motivi decorativi, ai colori, alle raffinate rappresentazioni di fiori e foglie, insetti e animali, montagne e onde impetuose.
Attraverso 4 sezioni dedicate rispettivamente al succedersi delle stagioni, al paesaggio, all’acqua e all’arte, la mostra mette in luce la bellezza dei kimono e ci parla del Giappone, da sempre luogo di straordinaria potenza evocativa e da oltre un secolo punto di riferimento estetico per l’Occidente.
I kimono esposti provengono da una preziosa collezione privata, composta da oltre 700 kimono quotidiani e destinati alle cerimonie familiari del periodo Meiji (1868-1912), del breve periodo di pace Taishō (1912/1926) e del primo ventennio del periodo Shōwa (1926/1945).
Accompagna la mostra un catalogo a cura di Paola Gribaudo edizione Gli Ori.
Orari di apertura: giovedì-sabato 14.30-19.00 / domenica e festivi 10.00-19.00
Per maggiori informazioni: tel. 0171618300 – www.filatoiocaraglio.it –info@fondazionefilatoio.it

Klimt Experience
Milano - MUDEC - Museo delle Culture di Milano - Via Tortona 56
Fino al 7 gennaio 2018

La mostra si propone come un vero e proprio viaggio multisensoriale che racconta attraverso immagini, suoni, musiche, evocazioni l’universo pittorico, culturale e sociale in cui visse e operò Gustav Klimt(Vienna 1862 - 1918) e di cui il pittore austriaco fu protagonista coltivando, insieme ad altri artisti secessionisti viennesi, il mito dell’opera d’arte totale, un’aspirazione che per Klimt passava attraverso pittura e architettura fino alle arti applicate (i gioielli di Hoffmann a lui ispirati) e alla moda (i vestiti disegnati con la compagna Emilie Flöge).
In un’unica stanza il visitatore può vivere un’esperienza immersiva che coinvolge lo spazio senza soluzione di continuità: dalle pareti al pavimento le immagini delle opere diventano un unico flusso di sogno, di forme fluide e smaterializzate in motivi evocativi dell’arte di Klimt, dagli esordi agli ultimi dipinti. 700 immagini selezionate, per una visione completa dell’opera del pittore altrimenti impossibile da ammirare in un unico evento espositivo. Accanto all’arte di Klimt è possibile ammirare anche le fotografie d’epoca sulla vita dell’artista e le ricostruzioni 3D della Vienna dei primi del ‘900, con i suoi luoghi simbolo, i costumi, la moda di una capitale europea in assoluto fermento, comprese le sue innovative architetture. Strauss, Mozart, Wagner, Lehár, Beethoven, Bach, Orffe Webern, accompagnano il visitatore con una coinvolgente colonna sonora a testimoniare quanto la musica influenzò l’opera di questo grande artista.
Orari: Lunedì 14,30 ‐19,30 - Martedì, Mercoledì, Venerdì, Domenica 09,30 ‐ 19,30 - Giovedì, Sabato 9,30‐22,30 - Il servizio di biglietteria termina un’ora prima della chiusura
Biglietti: Intero € 12,00 - Ridotto € 10,00
Per informazioni e prenotazioni: www.ticket24ore.it - Tel. +39 0254917

Fortunato Depero
Modena - Studio Marco Bertoli - Art Consulting - Via Carlo Farini 56
Dal 14 ottobre al 11 novembre2017

Arazzi, acquerelli, collage e tarsie di stoffe colorate, olii e disegni preparatori, oltre ai celebri manifesti pubblicitari e a copertine di riviste: uno scorcio che va dal 1917 al 1947 in una selezione di 24 opere del grande artista futurista Fortunato Depero (Fondo, 30 marzo 1892 - Rovereto, 29 novembre1960). Un’occasione unica per ammirare, in una panoramica di trent’anni di attività, pezzi che vanno da “Costruzione di gobbo” (1917, matita e acquerello su carta) a “Danza di coni” (1947 circa, matita e inchiostro su carta), dalla serie di collage di carte colorate dedicata ai “Numeri” (del 1926 circa), alle “Donne del tropico” (1945, olio su tavola).
Ingresso: gratuito
Orari: al lunedì al sabato, dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 18,00
Per informazioni: tel. 059222866